Albero di Natale di Gubbio: il più grande del mondo

Ogni anno a Natale, la città medievale di Gubbio in Umbria, accende l’albero di Natale più grande del mondo sulle pendici del Monte Ingino che si trova proprio sopra la città. L’albero non è un albero reale ma un’installazione di luci a forma di albero di Natale.

Questo albero è composto da quasi mille luci multicolori e 10 km di cablaggi e si estende per 650 metri lungo il versante della montagna che si affaccia su Gubbio. La splendida stella cometa al vertice si estende su una superficie di oltre 1.000 metri quadrati e si compone di 250 luci. Nel 1991 il Libro dei Records lo ha definito “il più grande albero di Natale del mondo”.

La tradizione è iniziata quando le persone di Gubbio hanno deciso di festeggiare il Natale in modo diverso e nel 1981 è stato acceso il primo albero. Da allora, alla vigilia della festa dell’Immacolata Concezione il 7 dicembre, l’albero di Natale viene acceso e resterà illuminato per un mese circa. Alla cerimonia di illuminazione del 2011, l’albero fu illuminato da Sua Santità Papa Benedetto XVI premendo un pulsante dal suo computer in Vaticano.

Sebbene la struttura dell’Albero rimanga permanentemente sulla montagna, con centinaia di lampadine da avvitare e migliaia di metri di cavi da controllare, la preparazione richiede un comitato speciale di volontari che lavorano nei boschi sul Monte Ingino per tre mesi all’anno. Dal 2010, la potenza necessaria per illuminare l’albero è fornita da celle solari.

L’albero è visto come glorificazione del loro santo patrono, Sant’Ubaldo, vescovo di Gubbio del XII secolo, sepolto nella Basilica di Sant’Ubaldo in cima al Monte Ingino, proprio dove si trova la cometa.

Credits immagine ed approfondimenti su: alberodigubbio.com

Recommended Posts